Argomenti correlati

I pannelli solari

Quale conviene di più?


In materia di investimenti ecosostenibili, quelli riguardanti lo sfruttamento dell’energia solare sono decisamente i più convenienti a livello economico sul lungo termine: questo nonostante una ingente spesa iniziale, soprattutto per ciò che riguarda l’installazione di pannelli solari fotovoltaici.

Vogliamo quindi portare la vostra attenzione sui pannelli solari termici, il loro utilizzo e la loro convenienza. Essi vengono impiegati per scaldare l’acqua sanitaria necessaria ad uso abitativo e quindi sopperire alle esigenze idriche e di riscaldamento della locazione per la quale vengono installati. Il loro prezzo è decisamente più basso rispetto a quello di un pannello di tipo fotovoltaico.

Quest’ultimo, a seconda della potenza e della tipologia si attesta su un costo medio di 6500-9000 euro mentre difficilmente un pannello solare termico composto per il consumo medio di acqua calda relativo a quattro persone supera i 3500 euro. Con una notevole differenza in quanto a costi di manutenzione. Per la loro struttura ed il tipo di semiconduttore che li compone, i panelli fotovoltaici infatti necessitano di una costante ed costosa manutenzione al fine di assicurare il loro corretto funzionamento.

Anche i panelli solari di tipo termico hanno ovviamente necessità di essere sottoposti a manutenzione. Ma per la loro natura, decisamente più semplice in quanto a composizione tecnica, sono facilmente riparabili in caso di danni e non comportano ingenti somme per il loro mantenimento in funzione. A tal proposito non va dimenticato però che il funzionamento ed il rendimento dei pannelli solari termici è strettamente legato alla tipologia di circolazione applicata al pannello (se naturale o forzata, ndr) ed ovviamente alla loro collocazione logistica e geografica. Quest’ultima si rivelerà un fattore basilare per la scelta di tipo di impianto da installare.

Per sapere quale tipologia di impianto possa risultare più conveniente è ovviamente necessario capire quale tipo, tra i tre attualmente presenti in commercio sia il più adatto a seconda delle locazioni nei quali lo stesso deve operare:
  • Pannelli solari sottovuoto: questa tipologia di pannello è la migliore attualmente in commercio per quanto riguarda il rendimento del la struttura. I tubi di vetro con i quali sono composti infatti evitano la dispersione e la conseguente dispersione del calore accumulatati dal pannello. Sono la scelta obbligata se l’installazione del pannello deve avvenire in zone climatiche molto rigide e caratterizzate da importante nuvolosità. Il loro prezzo è superiore rispetto a quello di altri tipi di pannello.
  • Pannelli solari piani o vetrati: di tipologia piana, essi sono composti da pannello stesso e da un serbatoio ad accumulo (di acqua usualmente, ma vi sono modelli in commercio che prevedono l’utilizzo di aria come componente veicolare del calore, n.d.r.). Il vetro è posto a protezione del radiatore interno ed è assemblato e composto in modo tale che il raggio solare penetri dando modo al pannello di trattenere i raggi infrarossi al suo interno ed in questo modo riscaldare il vettore di calore.
  • Pannelli solari scoperti: vengono solitamente utilizzati per il riscaldamento naturale di piscine o docce all’aperto. Questo perché il pannello è composto solamente da un radiatore privo di vetro: l’acqua passa all’interno dei suoi tubi riscaldandosi direttamente. E’ una tipologia di impianto molto economico, dal basso rendimento e dal funzionamento assicurato solo nei mesi estivi.